ESPERO

CHI SIAMO

ESPERO

 

CHI SIAMO

 

ESPERO Società Cooperativa Sociale Onlus per badanti e O.S.S., nasce con l’intento di offrire i seguenti servizi di:

  • assistenza domiciliare alle famiglie e alle persone in difficoltà, che non necessitano di un ricovero presso strutture residenziali, o case di riposo, in modo tale da garantire la loro permanenza nel proprio ambiente;
  • assistenza ospedaliera diurna, notturna e a ore nelle strutture di ricovero;
  • convivenza per l’assistenza 24 ore ad anziani, familiari non autosufficienti e malati.

L’impegno dei soci cooperatori, badanti e O.S.S., di ESPERO è quello di puntare al soddisfacimento dei bisogni degli assistiti, proponendo nello stesso tempo servizi di alta qualità.

La famiglia e gli interessati ai servizi della ESPERO, inoltre, non dovranno  occuparsi delle pratiche burocratiche da espletare con gli Enti Pubblici (INPS, INAIL, etc.) e nemmeno della prestazione di servizio della badante, della sostituzione dell’assistente familiare (badante) nel giorno di riposo o in caso di non disponibilità (ferie, infortunio, malattia o altro), perché di ciò se ne occuperà ESPERO.

 

ORIGINE DEL NOME “ESPERO”

 

È molto interessante esaminare l’etimologia del nome ESPERO derivante dall’aspetto vespertino della stella Venere. Nella mitologia il simbolo di Venere è il principio informatore di ogni attività creativa nel mondo manifesto. Al di là delle consuete immagini per le quali ci è nota quale Dea dell’Amore e della Bellezza, Venere rappresenta a tutti gli effetti il principio attivo della fecondità e delle forze formatrici dell’Universo. Venere è la prima nata della stirpe degli Dei manifesti: è anteriore al Cosmo, ma anche agli Dei e allo stesso Zeus. Il pianeta Venere quando appare in cielo subito dopo il tramonto prende il nome di ESPERO o stella della sera nel linguaggio poetico.

A questo proposito anche Dante Alighieri la cita in (Purg.1, 19-21):

“lo bel pianeta che ad amar conforta, Faceva tutto rider l’oriente Velando i pesci ch’erano in sua scorta”

Il termine ESPERO come LA ESPERO (la Speranza) viene usata nel l’inno del Movimento Esperantista, pubblicato da Ludwik Lejzer Zamenhof (1859-1917) ed adottato nel 2001 nella Costituzione della Esperanta Civoto.

 

COME OPERIAMO

 

L’ obiettivo della ESPERO Cooperativa Sociale Onlus “Badanti nella Marca” è di aiutare e sostenere la famiglia e la sua centralità nella soddisfazione dei propri bisogni di buona salute e di relazione nel proprio ambiente familiare, domestico e sociale, in modo tale da migliorare la qualità della vita sia dell’individuo che del suo nucleo familiare, dedicando una particolare attenzione verso le persone più deboli e meno autosufficienti.

 

Le relazioni affettive coinvolgono intensamente sia la persona sofferente sia chi sta intorno ed è per questo che il nostro gruppo mette a disposizione professionalità, sensibilità e passione per offrire la migliore strada possibile all’assistenza ed assegnare alla persona che fruisce del servizio un ruolo attivo, chiedendo alla stessa una partecipazione attiva, quando possibile, e riconoscendole uno spazio di protagonismo sempre maggiore.

 

Tutto ciò porta a operare con grande impegno e dedizione ma, le figure professionali della ESPERO coinvolte (badanti e O.S.S.), attraverso questa forma di comunicazione, avranno una conoscenza più profonda dei bisogni e dei problemi degli assistiti.

 

In questa prospettiva assume grandissima rilevanza il coinvolgimento dei familiari con l’assistente familiare e con la ESPERO Società Cooperativa Sociale Onlus “Badanti nella Marca” che desidera sempre:

  • privilegiare il valore della partecipazione con i familiari come risorsa e patrimonio;
  • dare ascolto alle richieste dei familiari;
  • orientare la collaborazione da un’ottica di “custodia” a quella ispirata alla promozione e allo sviluppo delle conoscenze delle patologie, mettendo in gioco non soltanto risorse economiche, ma anche persone dedicate e capitale individuale, nell’esecuzione dei piani di assistenza individuale.

La ESPERO Cooperativa Sociale Onlus “Badanti nella Marca” toglie alla famiglia tutti gli adempimenti derivanti dalla scelta, regolarizzazione del rapporto di lavoro, formalità e responsabilità a cui sarebbe tenuta come datore di lavoro.

La famiglia è garantita dalla ESPERO, in base al contratto di servizio che viene stipulato, della presenza di personale qualificato in sostituzione, in occasione di malattia, ferie o riposi dell’assistente che sta prestando servizio.

 

Il contratto che viene stipulato tra gli interessati e la ESPERO Cooperativa Sociale Onlus “Badanti nella marca”, permette la recessione dal contratto stipulato in qualsiasi momento con evidenti motivazioni e con un minimo di preavviso: questa flessibilità nel servizio rappresenta una forte tranquillità per chiunque

 

Usufruendo dei servizi di assistenza della ESPERO, si evitano rischi e sanzioni nel fare lavorare un/una badante non in regola o irregolare

 

L’art. 2126 del codice civile garantisce il diritto del lavoratore alla retribuzione per il lavoro eseguito anche senza regolare assunzione, e di conseguenza vengono previste pesanti sanzioni amministrative per la violazione degli obblighi retributivi e contributivi.

 

Il Decreto legislativo 286/1998 e successive modificazioni ed aggiornato al 09 agosto 2012 prevede:

  • All’art. 7una sanzione amm.va se non viene segnalata l’ospitalità/alloggio dello straniero;
  • All’art.22 comma 12: “Il datore di lavoro (=la famiglia) che occupa alle proprie dipendenze lavoratori stranieri privi del permesso di soggiorno previsto dal presente articolo, ovvero il cui permesso sia scaduto e del quale non sia stato chiesto, nei termini di legge. Il rinnovo, revocato o annullato, è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa di 5.000 euro per ogni lavoratore impiegato.
  • All’art.22 comma 12-ter. Con la sentenza di condanna il giudice applica la sanzione amministrativa accessoria del pagamento del costo medio di rimpatrio del lavoratore straniero assunto illegalmente.

 

BENEFICI/DETRAZIONI FISCALI

 

Per un reddito inferiore a € 40.000 è possibile detrarre dall’imposta lorda il 19% per un importo massimo di € 2.100.

Per il servizio di assistenza della ESPERO Società Cooperativa Sociale Onlus “Badanti nella marca”, viene applicata l’a  aliquota IVA del 5%.